Logo ProLoco La Verna

  Home   Eventi-Notizie   Foto     Info e Contatti     La ProLoco  

ProLoco La Verna - Sito Ufficiale che raccoglie informazioni ed eventi dell'associazione

  • 0contatti social.jpg
  • 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg
  • 5.jpg
  • mainbanner-up1.jpg
  • mainbanner-up3.jpg
  • mainbanner-up5.jpg
  • mainbanner-up6.jpg
In Luglio, solitamente il penultimo fine settimana del mese Chiusi della Verna va a ricordare le proprie radici storiche. “La Donazione del Monte della Verna a Francesco d’Assisi”, una rievocazione storica che ricorda il viaggio che il Conte Orlando Catani, signore del Castello di Chiusi in Casentino, fece nel 1214 con il suo seguito, dal suo castello, di cui oggi rimangono le le vestigia, alla foresta della Verna dove, nel frattempo, Francesco d’Assisi era salito a raccogliersi, pregare e fare penitenza.
 
LA VICENDA STORICO - RELIGIOSA
La storia inizia l’anno precedente, l'8 maggio del 1213, presso il castello di San Leo, quando Francesco ebbe occasione di incontrare il Conte Orlando Catani.Francesco d’Assisi insieme a frate Leone stava attraversando la regione del Montefeltro quando sentì di una festa presso il castello di S. Leo: si trattava dell’investitura di un cavaliere. Era per lui l’occasione di incontrare gente, di parlare loro del Vangelo, dell’Amore. Salito alla Rocca, il Santo montò su di un muretto e lanciò il tema della sua canzone d’amore:"Tanto è quel bene ch’io aspetto, che ogni pena m’è diletto".
 
Tra gli uditori era presente il Conte di Chiusi in Casentino, Orlando Catani il quale fu fu talmente colpito dal fascino di questo fraticello, che gli propose di consegnarli in dono il Monte della Verna con queste parole: "Io ho in Toscana uno monte divotissimo il quale si chiama monte della Vernia, lo quale è molto solitario e salvatico ed è troppo bene atto a chi volesse fare penitenza, in luogo rimosso dalle gente, o a chi desidera fare vita solitaria. S’egli ti piacesse, volentieri Io ti donerei a te e a’ tuoi compagni per salute dell’anima mia". Francesco rimase sorpreso e si riservò di accettare il dono solo dopo aver fatto constatare ai suoi frati se il luogo fosse idoneo alla preghiera e al raccoglimento. Inviati successivamente due frati a vedere il monte, essi rimasero stupiti e al ritorno ad Assisi riferirono a Francesco che “non v’era luogo più idoneo di quello al mondo” per i loro scopi.
 
Francesco salì dunque, nel 1214 alla Verna. Venuto a sapere dell’arrivo di Francesco, il conte Orlando organizzò subito il suo seguito per salire nella foresta de La Verna ad incontrare il Poverello ed i suoi confratelli, portando loro cibarie ed altre cose materiali perché “le necessità corporali non avessero a distrarre i frati dalla preghiera e dal raccoglimento”. Il Conte dette ordine ai suoi soldati di allestire alcune celle per i frati con arbusti e rami e invitò Francesco a rivolgersi a lui per qualsiasi necessità. In questo luogo aspro e solitario fu fondato quindi un romitorio che divenne il luogo preferito da Francesco e i suoi compagni per passare lunghi periodi di meditazione e preghiera.
Francesco salì più volte nel Monte fino all'ultimo suo soggiorno, nel 1224, quando era ormai stanco ed ammalato. In questa occasione, mentre era immerso in preghiera, ebbe una visione e sul suo corpo si impressero le stigmate, che portò fino alla morte, avvenuta due anni più tardi.
 
LA MANIFESTAZIONE
Ad un anno dalla donazione avvenuta a San Leo, nel 1214 Francesco d'Assisi salì per la prima volta alla Verna, confermando l'accettazione del dono. Il conte Orlando, venuto a sapere del suo arrivo, organizzò subito il seguito, partendo dal castello e giungendo nella foresta per incontrare il povero frate ed i suoi confratelli.
Da questa vicenda nasce il Corteggio Storico, realizzato a Chiusi già a partire dagli anni '50 e del quale ci giunge documentazione fotografica. Ogni anno viene riproposta al pubblico la rappresentazione di questo storico incontro, attraverso un suggestivo corteo in costume con oltre cento figuranti, cavalli e cavalieri e animali di ogni tipo che partendo dal centro storico di Chiusi e dalle vestigia del castello percorre le strade del paese. Il corteo proseguie poi alla volta della Verna attraverso attraverso l’antica mulattiera. Dal Quadrante antistante la Basilica il corteo si sposta poi all’interno della monumentale foresta dove si riproduce l’incontro tra il conte Orlando e Francesco con la donazione del Sacro Monte “Per gli amici ed i nemici questo monte era il mio vessillo, ora è tuo…E nelle tue mani questo vessillo sarà visto e portato molto più lontano, fino al limitare del mondo”.

info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

26° Sagra del Tartufo - ed. 2017

  Torna a Chiusi della Verna il consueto appuntamento con la Sagra del Tartufo, giunta alla 26° edizione! Il re della tavola sarà ovviamente il tartufo scorzone, raccolto...

Continua a leggere

Corsi di Musica 2017

  Scarica il modulo d'iscrizione ai Corsi di Musica 2017

Continua a leggere

Corteggio Storico e Cena Medievale - Domenica 16 Luglio 2017

    scarica il comunicato stampa con tutte le informazioni della Festa Medievale "Alla Corte del Conte"     Il Presidente della ProLoco intervistato da Saturno Notizie per presentare l'evento...

Continua a leggere

Copyright © 2017 
ProLoco La Verna
Chiusi della Verna (Arezzo) Italy
Top
Copyright © 2017 Pro Loco La Verna. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.


#fc3424 #5835a1 #1975f2 #c6c688 #da2542 #29783d